comincio_02-compressor
Comincia dal Campo 10 Aprile 2016 / 2a edizione
7 dicembre 16
Abbiamo scelto come tematica della seconda edizione di “Comincia dal Campo” il binomio tra conoscenza e salute, il collegamento tra le produzioni locali e di stagione con il miglioramento della qualità della propria alimentazione. L’ evento ha cambiato location e dalle aziende agricole, dove si era svolta la prima edizione, si è spostato a Vallo della Lucania, in uno dei luoghi d’incontro quotidiano, la piazza Vittorio Emanuele. Abbiamo scelto “il gioco” come strumento per attrarre e coinvolgere adulti e bambini sulle tematiche della stagionalità, sulla filiera corta, sulla tracciabilità dei prodotti e il mangiare sano. La seconda edizione si è svolta in aprile e ha visto una stretta collaborazione con Slow Food Campania e l’Ente Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano ed Alburni. Questi due partner hanno avuto un ruolo attivo: Slow Food ha curato la realizzazione di alcune attività laboratoriali e l’Ente Parco ha ospitato presso la propria sede delle mostre e l’incontro con i produttori.

In piazza: giocando s’impara cos’è di stagione e a mangiare sano
Alle attività hanno partecipato bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni, divisi in squadre con il supporto di “tutor” (alcuni genitori). Ai partecipanti sono state assegnate delle magliette diverse per colore in base alla stagione abbinata (Primavera, Estate, Autunno e Inverno). La piazza è stata allestita come un orto in cui i partecipanti sono stati coinvolti in un percorso composto da giochi attraverso cui hanno potuto apprendere a riconoscere i prodotti di stagione, i miti e la storia locale, e a leggere le etichette.

“Cos’è di stagione?”
Ogni squadra ha avuto il compito di “raccogliere” nell’orto, ricreato in piazza, due o più ortaggi e frutti da mettere nel proprio cestino. Ogni gruppo era legato ad una stagione e dunque i partecipanti al gioco dovevano porre attenzione a raccogliere solo i frutti e gli ortaggi che maturano nella giusta stagione, quella della propria squadra.

“I Miti e Noi”
Il tema del gioco sono stati l’agricoltura ed il patrimonio storico/archeologico del Cilento. Come sono nate le stagioni e le coltivazioni? Questa è la domanda a cui si risponde attraverso il mito di Cerere, Proserpina e Plutone. Questi miti sono legati al Territorio ed hanno avuto una grande influenza nella costruzione dell’identità locale. Il gioco porta i partecipanti a fare un viaggio nel tempo per scoprire le proprie origini spingendosi all’epoca in cui i Greci prima e i Romani dopo colonizzarono queste terre costruendo città (tra tutte Paestum ed Elea-Velia), coltivando campi e piantando alberi. La risposta corretta portava al frutto o oggetto da scegliere e mettere nel cestino.

“Attenzione alle etichette!!!”
Le etichette ci raccontano la vita ed il “viaggio” che il prodotto ha fatto per arrivare fino a noi. Ad ogni squadra era stata consegnata una lista della spesa con indicazioni, oltre agli alimenti da “comprare”, sui marchi di qualità e date di scadenza per scegliere cosa mettere nel carrello.


I laboratori di Slow Food
Il Cilento è una terra antica, che può vantare una grande ricchezza nella biodiversità e diverse tradizioni nel campo della gastronomia. Il Cilento è anche la terra che ospita ben 10 presidi Slow Food. Tutto questo costituisce un importante patrimonio da conoscere e condividere. I referenti della condotta Gelbison hanno collaborato alla manifestazione curando la realizzazione di 4 laboratori:
1) legumi e le piante officinali a cura di Giovanna Voria (Presìdio Slow Food Cece di Cicerale);
2) il pesce azzurro e le arti marinare a cura di Donatella Marino e Vittorio Rambaldo (Presìdio Slow Food Alici di Menaica);
3) pregi e difetti del principe della Dieta Mediterranea: l’olio di oliva a cura di Assunta Niglio (condotta Gelbison);
4) i frutti ritrovati – antiche varietà da frutto del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni a cura di Alessandro Di Polito. Le attività si sono svolte all’interno di palazzo Mainenti, sede amministrativa del Parco.


L’incontro con i produttori
Palazzo Mainenti, sede dell’Ente Parco, ha ospitato l’incontro con i produttori. A distanza di un anno, un momento di confronto e analisi della situazione del settore insieme anche al Presidente dell’Ente Parco, Tommaso Pellegrino. L’incontro è stata l’occasione per definire le prime linee di una strategia che guarda al Territorio come sistema integrato agricoltura-trasformazione-ristorazione in cui l’Ente Parco può avere un ruolo rilevante. È stata riconfermata l’importanza di perseguire la qualità, di informare sulle peculiarità delle produzioni locali e di lavorare per mantenere il sistema di rete.


Documenti scaricabili


Categorie: Comincia dal Campo, daZero con il Territorio, Progetti