bimbi-in-campo
Dal campo al piatto / 1a edizione
7 dicembre 16

Nell’anno scolastico 2015-2016 è partita la prima edizione del progetto attraverso moduli didattici indirizzati alle scuole primarie. Al modulo scolastico hanno partecipato circa 200 alunni di un’età compresa tra i 5 e gli 11 anni delle primarie “Aldo Moro” e “Mons. Pinto” del Comune di Vallo della Lucania (SA). Per l’Aldo Moro hanno partecipato le quattro classi del secondo anno, mentre per l’Istituto Pinto l’ultimo anno delle materne fino alla quinta della primaria. La filiera corta del grano e della mozzarella sono stati i prodotti protagonisti di questa prima edizione. Il progetto ha preso il via nella prima settimana di novembre. La scelta della data non è stata casuale, perché la tradizione vuole che sia nella settimana in cui si commemorano i defunti che si debba fare la semina.

Attività in aula

Come sono nate le stagioni? Perché a Paestum c’è un tempio dedicato alla dea dell’agricoltura? Cos’è il km 0? Tante le domande che ci hanno accompagnato in un viaggio nel tempo per scoprire, attraverso il mito di Cerere, Proserpina e Plutone, come sono nate le stagioni e l’agricoltura. Partendo poi dalla favola di “Gaetano, il chicco di grano nato a Pattano”, abbiamo raccontato il percorso del grano fino al mulino, come si creano le miscele di farine per gli impasti della pizza, il ruolo del lievito e di tutti gli altri ingredienti. Apprese le informazioni sul quando si pianta e semina e sul quando si raccoglie, agli alunni è stato chiesto di liberare la propria fantasia e disegnare ognuno il frutto o la verdura preferita in ogni stagione. Le attività proposte da daZero si sono integrate con la didattica scolastica ed ogni classe ha sviluppato un proprio progetto di ricerca e sperimentazione. Questi lavori sono stati poi presentati in due mostre allestite a Palazzo Mainenti, sede dell’Ente Parco.

Nel campo e in azienda

La storia di Gaetano, raccontata in aula, diventa realtà nella visita presso l’Azienda Agricola Cobellis, nella frazione Pattano di Vallo della Lucania, dove i nostri piccoli apprendisti agricoltori sono arrivati sul campo pronto per la semina del grano utilizzato per produrre le farine usate per gli impasti di daZero. Dalle mani degli alunni, è così iniziato il viaggio del chicco di grano! Gli alunni hanno poi visitato l’azienda ed il frantoio. La degustazione di pane e olio extravergine d’oliva è stata la ricompensa per il lavoro di semina. Il gruppo si è poi spostato a pochi chilometri presso il caseificio “Le Starze” dove hanno seguito la filiera per la produzione della mozzarella nella mortella. Dalle stalle al laboratorio per vedere come nasce un prodotto fortemente legato alla tradizione cilentana.

Laboratorio impasti

Dalla teoria alla pratica! Dopo aver imparato a conoscere gli ingredienti per preparare una pizza buona e sana, gli alunni hanno messo “le mani in pasta” nella pizzeria daZero. Indossato il grembiule, tirate su le maniche e scelta la postazione, i piccoli allievi sono pronti a preparare la propria pizza seguendo le indicazioni di Paolo De Simone, che cura la preparazione di tutti gli impasti di daZero. È stata questa l’occasione per toccare la differenza tra una farina integrale ed una di tipo 0, sentire il profumo del lievito e scoprire i tempi della lavorazione. Alla fine hanno mangiato il prodotto del loro lavoro: una pizza buona e sana!


Documenti scaricabili


Categorie: Dal campo al piatto, daZero per la Scuola, Progetti