gerardo-3
DaZero alla Citta della Pizza di Milano con le “Gerardate”
20 ottobre 19
La Città della Pizza apre le porte alle migliori pizzerie d’Italia e il telefono di DaZero squilla una sola volta. Da un lato della cornetta gli organizzatori; dall’altro, sempre con lo stesso stupore e l’orgoglio di cinque anni fa, rispondono Giuseppe BocciaCarmine Mainenti e Paolo De Simone.
 
citta-della-pizza-copertina-970
L’evento, una due giorni dedicata alla promozione delle tante sfaccettature del mondo della pizza, si terrà a Milano il 26 e il 27 ottobre. DaZero sarà presente sabato 26 e, ai piedi della Madonnina, a qualche manciata di chilometri più in là rispetto ai due locali di via Luini e via dell’Orso, sarà pronta a proporre i suoi fritti. 
 
frittatina-dazero-compressor
 
Il giorno successivo sarà il momento di Paolo De Simone che sarà impegnato in un workshop insieme a due big della pizza Francesco Martucci e Diego Vitagliano.
DaZero farà conoscere al pubblico della Fabbrica Orobia, luogo dove si terrà l’evento, le ‘Gerardate’.
Tra frittatine di bucatini, crocchè cilentani e pizzette fritte ci sarà da divertirsi.
 
croche
 
Il pubblico meneghino avrà modo di conoscere queste creazioni, figlie di Gerardo Scarpitta, il responsabile della cucina di Vallo della Lucania. È lui che con dedizione, studio e impegno, ha tirato fuori queste sorprese culinarie che fanno impazzire i grandi e sono tanto amate dai piccoli clienti di DaZero.
Gerardo è dal luglio del 2014 che indossa il grembiule della pizzeria DaZero. Ha soffiato anche lui le candeline dei cinque anni di attività e lo ha fatto con discrezione, senza dare nell’occhio, come è anche abituato a lavorare. Sono ricette che sono andate via via perfezionandosi e ora vengono proposte in tutti i locali in giro per lo Stivale.
        
gerardo-3
 
Gerardo non è solo un attento studioso delle prelibatezze che escono dalle cucine di DaZero, ma è anche esempio e simbolo della benzina che fa correre il motore DaZero. Lo staff perfetto dovrebbe prettamente essere composto da figure così: donne e uomini veri, sempre pronti ad aiutare e a distribuire cose belle. Ogni gruppo che sorregge un locale dovrebbe saper dosare equilibrio e passione, emotività e storia, impegno e ambizione. In questo campo non esistono misure particolari, ricettari o regole. Qui occorre il cuore e un senso d’appartenenza davvero forte.
 
pizza-fritta-tris
 
Che poi in cucina, dietro al banco di una pizzeria o in sala a servire i clienti, bisognerebbe prendere coscienza che la dedizione vince su tante cose e chi lavora per regalare sorrisi si fa riconoscere da molto lontano. Senza la possibilità di nascondere nulla, anzi.

Documenti scaricabili


Categorie: blog, news