pastiera
Pasqua Cilentana: la Pastiera
11 aprile 20
Si chiude il viaggio tra i sapori pasquali del Cilento con la classica pastiera che DaZero propone con i  grani antichi dei contadini custodi del Vallo Di Diano, la ricotta di mucca del caseificio Le Starze e la frutta candita.
 
Un pranzo di Pasqua genuino che ha anche il sapore di un ulteriore patto tra DaZero e gli artigiani insieme ai quali continuare il cammino intrapreso che rafforzi la volontà di proporre sulle pizze prodotti completamente sostenibili. 

pastiera-3

Ingredienti per la pasta frolla:

1kg farina grani antichi

400 gr burro (o sugna)

400 di zucchero

6 uova intere

2 bustine pane angeli

la buccia di due limoni 

Preparazione:

Disponete su un piano di lavoro la farina a fontanella, aggiungete lo zucchero al centro, le uova, il burro (o la sugna) a pezzi (fate attenzione a non riscaldarlo deve essere freddo), la buccia grattugiata dei due limoni e il lievito.  Cominciate a lavorare con le punte delle dita facendo attenzione ad amalgamare tutto. L’impasto non va lavorato a lungo per evitare di riscaldarlo. Quando assume una superficie liscia allora avvolgetelo in una pellicola e lasciatelo in frigo per almeno 1 ora. Poi va steso con il mattarello e messo in una teglia rotonda lavorandolo con le mani.

pastiera-tagliata

 

Ingredienti ripieno:

 800 gr di grano

700 gr di ricotta

400 gr di zucchero

400 di latte 8 uova ( 6 tuorlo e 2 intere)

1 astuccio di cannella

3 fiale di millefiori

140 gr di frutta candita

Procedimento

Mettere in un pentolino il latte, il grano e un astuccio di cannella far cuocere a fuoco lento fino a farla diventare come una crema. Togliere dal fuoco per farla raffreddare ( si può togliere l’astuccio di cannella) poi si mette in un’ampia ciotola e si aggiungono gli altri ingredienti lavorandoli con un mestolo di legno. 

 

pastiera-tagliata-2

 

La pastiera va cotta in forno caldo a 180° per circa un’ora. Controllare che sia ben dorata prima di spegnere, se così non fosse prolungare la cottura di qualche minuto. Far raffreddare fuori dal forno, quindi sfornate e se preferite spolverizzate la pastiera con zucchero a velo.


Documenti scaricabili


Categorie: blog, news