pizza-orto-dinverno-def
Si può rilanciare la Dieta Mediterranea attraverso la pizza?
10 ottobre 19
La risposta può sembrare banale, eppure c’è bisogno di uno studio certosino per prendere in consegna i segreti degli anziani contadini e utilizzarli per portare avanti la cultura enogastronomica del Cilento. È quello che hanno iniziato a fare più di 30 anni fa gli amici dell’Associazione il Punto di Stio Cilento, quando hanno avviato un percorso di recupero delle tradizioni culinarie grazie ad un’attenta ricerca che ha coinvolto tutta la Comunità locale, i contadini e le massaie. Dai loro racconti, dal loro quotidiano e dai piatti che ancora nascono nelle cucine del paese è nato il menù della rinomata sagra Ciccimmaretati.
 
signore-ciccimaritati
 
 
A questa manifestazione va il merito di aver ridato dignità ad alcune pietanze che oggi riportano nelle case i sapori della Dieta Mediterranea. Tra queste le “foglie e patate” che a Stio, durante la sagra, propongono accompagnate dal “viccio” (una focaccia bassa cotta nel forno a legna).
 
foglie-e-patate-2
 
 
poi questa cultura occorre esportarla oltre i confini del Parco Nazionale, allora scende in campo DaZero, custode, dalla sua nascita, dei gesti quotidiani delle famiglie di questo angolo di Sud e che ha intessuto negli anni uno stretto rapporto con l’Associazione il Punto.
Nasce da qui l’idea di posizionare sul piedistallo di questo inizio d’autunno la ‘Foglie e patate’: una ricetta che sa d’antico.   
 
9294_dazeropizzeria
Un tempo, infatti, quando i mariti uscivano all’alba per poi rientrare al tramonto, le mogli, che intanto rassettavano casa, accudivano i figli e il bestiame e dovevano anche pensare alla cucina. «Anche e soprattutto» direbbe oggi qualunque nonno di questa terra. E tra i matrimoni da fornelli più frequenti, c’era senza dubbio quello tra foglie e patate. 
Una ricetta semplice e genuina, pochi ingredienti e tanta storia alle spalle. Era un modo per utilizzare tutto che quello che la verdura offriva per far sì che nulla fosse sprecato. All’epoca si utilizzavano le foglie di tante erbe, tutte diverse, si sceglievano accuratamente e poi si sbollentavano. Separate dall’acqua andavano ad aggiungersi alle patate che soffriggevano in poco olio. E poi il segreto: schiacciare il tutto con l’aiuto di una forchetta e una buona dose di amore. Logicamente l’aglio e il sale non mancavano. E in aggiunta un po’ di peperoncino piccante. 
pizza-orto-dinverno-torino-2
DaZero, così, rilancia la gestualità di quelle famiglie, il sapore vero della Dieta Mediterranea. E lo fa adagiando questa ricetta sulla pizza “Orto d’inverno”, con l’aggiunta della mozzarella nella mortella e la salsiccia piccante.

Documenti scaricabili


Categorie: blog